it en

Dintorni

La posizione geografica del Tironcino e le partnership attivate, permettono di poter offrire numerose soluzioni e proposte turistiche

Monforte San Giorgio

Il Comune di Monforte San Giorgio ha una popolazione di circa 2900 abitanti suddivisi fra il centro, la frazione montana di Pellegrino e la frazione valliva di Monforte Marina.Si affaccia sul mar Tirreno,  confinando con i Comuni di Roccavaldina, Rometta, San Pier Niceto, Torregrotta, Messina e Fiumedinisi; si sviluppa ai pendici dei monti Peloritani ed è costeggiato da due torrenti “Bagheria e Niceto”.

Monforte San Giorgio è stato riconosciuto nel 2001 Comune ad economia prevalentemente turistica e ricade all’interno dell’ambito n° 9 del Piano Paesistico Regionale (Catena Settentrionale Monti Peloritani) e fa parte dei comuni interessati dalla Riserva Orientata di Montescuderi-Fiumedenisi.

Il territorio offre svariate meraviglie della natura partendo dai monti posti sul versante sud del Comune, ai fiumi che perimetrano quasi totalmente il territorio Comunale, il mare posto sul lato nord del Comune. 


Una delle principali mete turistiche del Comune è il “Monte Marra” che domina un’ampia vallata, dove ai piedi si sviluppa il centro abitato del paese.

Si può effettuare un percorso storico-naturalistico salendo sul colle attraversando i vicoli del paese visitando i reperti archeologici come le grotte rupestri, ammirare esemplari di alberi di cipresso secolari e arrivando sino in  cima si trova la Chiesa dell’Immacolata il cui culto è molto antico e molto vivo e da quì si può ammirare un meraviglioso panorama dei Monti  Peloritani, la piana di Milazzo, Isole Eolie e i torrenti Bagheria e Niceto.

In cima al colle rimangono alcuni resti di un Castello che testimoniano come Monforte (così come rileva il nome stesso del paese “Monte Forte”) ebbe nel periodo medievale un importante funzione militare grazie alla sua posizione strategica e alle difese naturali.


Altri punti panoramici del paese sono la Terrazza di Portaterra e il Belvedere di Piano Rosario.
Da visitare inoltre, la Chiesa Madre, dedicata alla Madonna della Lettera e a San Giorgio, Patrono del paese, edificio risalente al XIV secolo.
Al suo interno, oltre all’architettura si possono ammirare varie opere tra cui il polittico di Antonello de Saliba, nipote di Antonello da Messina dipinto nel 1530 raffigurante la Madonna con Bambino, Cristo Risorto e Santi tra cui il Santo Patrono San Giorgio e la Compatrona Sant’Agata; la “Cappella del SS. Sacramento” del 1596 recentemente attribuita a Giacomo Del Duca, scultore e architetto allievo di Michelangelo; la “Madonna della Candelora” e la statua della “Madonna della Consolazione” attribuibili alla scuola del Gagini (XVI secolo); e “San Giorgio e il drago” del pittore Onofrio Gabrielli (1619-1706).

Accanto a Piazza IV Novembre si trova il Quartiere Arabo che presenta ancora oggi caratteri riconducibili a modelli di architettura islamica .
E’ anche possibile osservare gli antichi resti della “Chiesa di San Michele Arcangelo” risalente al 1200, i
ruderi della “Chiesa della Trinità” (1666), “il Convento” e la “Chiesa di San Francesco di Paola” (risalenti alla prima metà del ‘600) nella quale è conservato il quadro “San Francesco di Paola” circondato da Angeli di Antonio Gabrielli (1619-1706).


Di interesse anche la “Chiesa di Sant’Agata” dedicata alla Santa compatrona di Monforte, accanto a cui sorge un campanile di epoca normanna, la “Chiesa del Carmine” che era collegata ad un convento di monaci carmelitani (eretto nel 1547) e la “Chiesa di S. Antonio” (XVII secolo).
A poca distanza da Pellegrino, frazione montana di Monforte San Giorgio, è possibile visitare la Chiesa della Madonna di Crispino. Il santuario, noto in tutta la provincia, conserva una “Madonna con Bambino”, uno dei migliori lavori dello scultore Antonello Gagini (1507).
Nel Santuario è custodita una teca in cui la tradizione vuole sia contenuto un “Capello della Madonna”.

Festività ed Eventi a Monforte San Giorgio:

Festività ed eventi a Monforte San Giorgio

– “Campanata e Tammurinata di Sant’Agata”:inizia il 17 di gennaio e viene eseguita fino al 5 febbraio un’ora  prima dell’alba e un’ora dopo il tramonto .

– “Katabba-Mille Anni di storia”: rievocazione storico-culturale della liberazione di Monforte dai Saraceni per mano del Conte Ruggero fine gennaio, inizio febbraio

– Festeggiamenti in onore di S.Agata:Processione religiosa prima settimana di febbraio

– Via Crucis Vivente: Sacra Rappresentazione della “Passione di Cristo” per le vie del centro storico.Domenica delle Palme

– La processione delle Varette: Venerdì Santo

– Festeggiamenti in onore di S. Giorgio Martire: Processione religiosa prima domenica di agosto

– Festeggiamenti in onore de “Il Capidduzzo di Maria”: il sabato antecedente la prima domenica di settembre.

– Festeggiamenti in onore della “Madonna di Crispino” : prima domenica di settembre

– Presepe Vivente: periodo natalizio.

Tindari

Taormina

Milazzo

Messina

Isole Eolie

Etna

Alcantara